sabato 22 gennaio 2011

2 mesi.

video

Oggi Isabella compie 2 mesi. 2 mesi di gioia, sorrisi e baci. 2 mesi incredibili. La piccola e' buonissima, dorme, mangia e fa di quei sorrisoni che riscaldano il cuore e danno un senso a tutto.
E' una bambina felice, lo dicono tutti. Ed io sono cosi' orgogliosa! Eva le parla in spagnolo ed io in italiano, anche se a volte mi confondo e faccio un mix di inglese/italiano/spagnolo. Povera bimba, trilingue. Nonostante tutto pero' sembra gia' voler parlare, come si vede dal video, in Spagna la prima parola che si insegna ai bambini e' "ajo" che vuol dire aglio e si pronuncia con un h aspirata, direi che la piccola Isi se la cava bene eh?

Penso in continuazione al futuro, la distanza dai nostri cari pesa molto di piu' ora, non per noi quanto per i nonni che soffrono in silenzio davanti alla webcam durante le skype calls in cui non ci si sente bene o ci si vede sfuocati.

L'idea e' di restare nella nostra amata Dublino per qualche anno e poi probabilmente spostarci in Spagna, dove Isabella avra' tutti i diritti che le spettano e meno viaggi in aereo da affrontare. Sara' difficile, bisognera' cercare lavoro, casa, ricominciare da capo, accetare le giornate lavorative allungate e gli stipendi ridotti della Spagna ma cercheremo di organizzarci e di fare tutto nel migliore dei modi.

L'Italia non la prendo neanche in considerazione naturalmente. In piu' ora che ho una figlia femmina l'ultima cosa che voglio e' cresca in Italia dove le giovani donne si regalano ai vecchi bavosi in cambio di soldi e successo. Berlusconi come un Dio in terra che le aiuta tutte poverine, fa avverare i desideri, e' come il leader di una setta e tutti li' ad adorarlo, giustificarlo, imitarlo, continuando a salvargli il culo, a proteggerlo perche' senza di lui come si fa?

Senza di lui siamo persi. Anche chi non lo vota. A chi si fa la guerra, di chi si ride? di cosa si parla al bar? i comici poi non lavorerebbero piu'.

Intanto pero' il paese riacquisterebbe una cosa da tempo ormai persa. La dignita'.

sabato 8 gennaio 2011

persino in Irlanda.

Dal primo di gennaio in Irlanda ci si puo' registrare qualsiasi coppia omo o etero puo' far domanda per la 'civil partnership' ovvero una specie di PACS o coppie di fatto davanti alla legge.

In Irlanda, uno dei paesi piu' Cattolici del mondo dove le Chiese sono ancora piene la domenica, il governo LAICO ha varato una legge che permette alle coppie dello stesso sesso di essere legalmente riconosciuti con tutti i diritti e doveri che ne convengono. E tutti i partiti hanno votato a favore. TUTTI, destra e sinistra.

Non e' fantastico?

Incredibile.

Gli unici a protestare furono i membri di una famiglia molto religiosa. 5 o 6 persone. eccoli.



E qua un video dove si vede la protesta davanti al Dail.



Nonostante la legge non sia completa e non vengono menzionati gli eventuali figli delle suddette coppie e' comunque un passo avanti verso l'ugguaglianza.

Ora rimangono solo l'Italia e la Grecia mi pare. Tutti gli altri paesi europei hanno varato una legge che ci tutela. Mentre in Italia anche chi e' gay sostiene che il matrimonio sia fra uomo e donna.

indietro anni luce.

So che c'e' qualcuno che non e' d'accordo con me. Non fa niente. Non mi offendo. Intanto il 13 gennaio il mio matrimonio con E. verra' automaticamente accettato in Irlanda. E noi festeggieremo!